sabato 30 gennaio 2016

La guerra alle sacre porte

Nell'ora più buia, dove la corruzione ed i più bassi istinti ormai predominano in quel mondo ove la luce del sole sacro si rifiuta quasi di mostrarsi, un bagliore si è acceso. Ed è proprio nel buio che la luce splende più forte e maestosa.
voci che si odono.
Voci che si rincorrono.
Voci che dicono che l'astro delle sorelle non è morto.
Voci che dicono che Sigmar in persona l'abbia fatta rinascere.
Voci che dicono di Bertha.
E' stata vista. Forse è davvero viva.
O forse no. Quel che si sa è che la Rocca è presa d'assedio. E per la grandezza di Sigmar, dovrà essere spezzato!
Alle Armi!

Nubi rosse presagio di morte e sventura. Un freddo vento gelido soffia dal Nord, come se preannunciasse da dove sarebbe venuto il male.
Il sole oscurato venne rivelato da un piccolo spiraglio di luce, un piccolo bagliore, una fioca, piccola, insignificante speranza
 si riusciva ad intravedere all'orizzonte, ma ogni speranza  svanì quando un troppo grande gruppo per essere chiamato banda si intravide
tra le feritoie delle mura.
Ogni Sorella sapeva che cedere terreno avrebbe significato la distruzione della Rocca e l'ascesa della morte su Mordheim,
così dovette prendere in mano la situazione Bertha Bestraufrung, la Madre Superiore difensore del bene nella città.
Lo scontro che ne seguì fu sanguinoso da entrambe le parti, ma il potere di Khorne non riuscì a prendere piede in quel luogo
così sacro e pio. Nonostante caddero molte Sorelle nessuna delle rimanenti volle cedere terreno ai caotici invasori.
Ogni gesto fu portato per il bene o il male, ogni azione, ogni decisione fu per compiacere gli Dei.
Di tutti i momenti salienti i più degni di nota furono la sconfitta di Bertha, della vera Bertha questa volta, da parte di Khârn!
Ciò nonostante nemmeno questo sforzo non bastò ad accrescere il potere del Dio del sangue
e di lì a poco ogni caotico fu abbattuto, colpo dopo colpo caddero tutti e la Rocca fu difesa e Mordheim salvata.

Ora Khârn ha un altro compito, Khorne vuole il sangue di ogni Sorella di Sigmar e per compiere il suo volere il condottiero sta marciando
 verso le lande della Desolazione per radunare un esercito e assaltare l'Impero e dirigersi verso la Rocca in carca di vendetta...
Solo gli Dei sanno cosa accadrà in futuro!

Dalle memorie di Khârn. Paolo Matassa

 Leonora.com.de photo by: Sebastian Hilpert

Arriverà quel giorno cupo in cui un' onda rosso sangue si abbatterà nuovamente sulla murata della Rocca e quel giorno
le genti dell' impero si fermeranno a pregare per le sorelle guerriere.
Ma oggi, oggi possiamo rendere lode a Sigmar.
Oggi quel male é stato ributtato nel gorgo.


Lode a Bertha, lode alla guardiana del grande portale del bastione. Lode al nuovo comandante delle matriarche

sabato 19 dicembre 2015



Klaus, il Reietto, avanzava a fatica nella palude, seguito a breve distanza dai due ghoul che il conte aveva posto sotto al suo comando. Il caldo, l'umidità e gli insetti rendevano la marcia insopportabile ma il suo signore voleva un rapporto dettagliato su ciò che li aspettava in quel luogo e Klaus sapeva fin troppo bene quale sarebbe stata la sua sorte se lo avesse deluso. Il problema era che non avevano la minima idea di dove fossero. Il portale li aveva portati lontano dalla cittadella: la banda si era ritrovata dispersa in una strana palude tropicale e, prima che potesse riunirsi, era stata aggredita da strane creature metà uomo e metà lucertola.
Lo scontro era durato pochi minuti poiché gli aggressori era fuggiti nella boscaglia dopo aver subito qualche perdita.
Ora Lord Carstein era indeciso se proseguire in quel luogo "alieno" o fare ritorno a Mordheim.

Improvvisamente i pensieri di Klaus furono interrotti da una lenta cantilena...

Klaus attraversó velocemente il piccolo campo che era stato approntato nei pressi del portale. Trovò il conte in cima ad una piccola altura intento a   rileggere la lettera che aveva ricevuto poche ore prima di varcare il portale. Il Reietto non ne conosceva il contenuto ma non dubitava che si trattasse di qualcosa di importante poiché la firma era inconfondibile: Isabella V.C.

Gli spaventosi occhi color rosso-sangue dei due lupi neri del suo padrone lo scrutavano mentre si avvicinava.
Fece un breve respiro
-"Rapporto, mio Signore"
Lord Carstein ripose con attenzione la lettera e poi rivolse lo sguardo all'orizzonte
-"Parla"
-"Non vi è traccia delle creature che ci hanno aggredito, sembra che abbiate fatto loro passare la voglia di combattere. Ma abbiamo individuato una carovana, sembrano pellegrini e stanno eseguendo una strana cerimonia. Non so dirvi se siano umani o appartenenti a questo strano popolo. Ne ho contati cinque"

Il conte si prese qualche istante per riflettere. Poi rivolse lo sguardo in direzione di Mhorwen, il loro nuovo necromante.  Il mago che era partito con la banda da Sylvania era caduto durante una missione nel quartiere dei maghi di Mordheim. Il suo sostituto si era rivelato essere un incapace ed era stato giustiziato personalmente dal loro comandante. Ora costui era giunto direttamente da sylvania insieme alla lettera.

-" Occupati della carovana!"

Lord Carstein aveva chiaramente deciso di metterlo alla prova. Il mago fu abbastanza intelligente da non mostrare segni di dubbio o paura... non c'era spazio per i deboli nella banda del conte.

-" Come comandi mio Signore"


-Grazie al Moro per questo racconto-





La morte di Bertha Bestraufrung davanti le porte della Roccia




Dai livelli superiori della Rocca le Spose di Sigmar guardavano inorridite lo scempio che l'armata del Dio del sangue stava perpetrando; ormai il portale era perso, ma spesse e invalicabili mura separavano il bene dal male e le Sorelle sapevano che nessuno in 800 anni ha mai superato le sacre mura!
Solo che nessuno aveva mai tentato di avvelenare le loro menti. Questo é quello che é successo alla Matrona che ha incontrato Khârn il Distruttore...
Sotto le alte mura tre bande da guerra di stoiche Sorelle si reggeva a difendere ciò c'è di più sacro a Mordheim, ignare del seme del Caos che stava germogliando dentro una delle loro sorelle....
Così durante la notte un varco nelle spesse difese ha permesso alla banda di Khorne di entrare senza troppe difficoltà e di fare scempio delle povere devote al falso Dio Sigmar!
Solo una banda fu risparmiata, quella che si era votata agli Dei oscuri e ai loro poteri perniciosi...
A nulla é valso l'intervento di quella che veniva chiamata Bertha, la sua testa é stata reclamata senza difficoltà dal potente strumento di Khorne e ora penzola come pendaglio attaccato al collo del signore del Caos Khârn!

Da -Le memorie di Kharn-


Una strana nebbia permea le rovine della Rocca violata e violentata dalle progenie del chaos.
Un pallido raggio di luce illumina i passi della sorella giunta tra le rovine per vedere il corpo e la testa di colei che ultima si erse a sua difesa.
Per un istante un lieve sorriso increspó le labbra della sorella per poi sparire subito.
Il raggio di sole scivola tra le rovine e veloce si posa sopra un cumulo di macerie.
Un riflesso, un bagliore...

Hermann Hesse, abate bibliotecario del concistoro ai piedi della Rocca.

Il dio del sangue era compiaciuto dell'operato dei suoi adepti intenti a corrompere le spoglie delle sorelle.
La reliquia fu dissacrata ed andò ad aggiungersi al maledetto bottino della banda.
Un rombo di tuono squassò la città mentre i malvagi figli del Chaos gioivano nello spezzare il legame di Sgmar cancellandone i simboli.
I martelli furono posti sull'ampio altare.
Poco mancava al terminare del rito quando un fulmine potente come il colpo del martello cadde sulla città, la terra tremò, case già instabili caddero e la rovina tornò a riversarsi tra le tetre macerie di Mordheim.
Un lampo accecante scaturì dall'altare mentre fiamme rosso sangue schizzarono verso il cielo.
Un buio improvviso, un secondo lungo un eternità. La luce tornò normale, fioca nella sera che giungeva.
Una colata di metallo fuso giaceva ai piedi dell'altare la dove poco prima erano i martelli.
-sentito dire da ignoti a Brigantsburg-





-Grazie a Paolo per il primo racconto ed Eugenio per i seguenti-

lunedì 28 settembre 2015

Avanzamento e Combattimenti TERZO TURNO

Mancano all'appello due scontri. Con la prossima settimana inizierà il 4to turno



Di seguito i nomi , le battaglie combattute, + vinto, - perso,se esplorato quartieri ed i punti campagna acquisiti:

Nome            Battaglia    1°      2°     3°      4°       5°       6°    ---Esplorazione quartieri--   P.nti Campagna

Trippi:                           Si(+)  Si(-) Si(+)                                                   no                                 5
Denis:                           Si(-)   Si(-) No                                                      Fatta                             2
Teo:                             Si(-)    Si(+) -----                                                 Fatta                           ?? 1
Eugenio:                        Si(+)   Si(-) Si(+)                                                 Fatta                              4
Stefano:                        Si(+)    Si(-)  No                                                  Fatta                              2
Riccardo:                       Si(-)    Si(-)  No                                                   Fatta                              1
Moro:                           Si(+)   Si(-)   Si(+)                                                Fatta                               5
Fiocco:                          Si(+)   Si(+) ------                                               Fatta                                4
Lorenzo                         Si(-)   Si(+)  Si(-)                                                Fatta                               4
A.Casini                        Si (+)  Si(-)   Si(+)                                                 Fatta                             5
Paolino                          Si(-)   Si(+)  Si(+)                                                   no                                5
Mattia                           Si(+)   Si(+)  No                                                  Fatta                              4
Ambra                          Si(-)   Si(+)   Si(-)                                                 Fatta                              4
Guido                           Si(-)    Si(-)  Si(+)                                                  Fatta                             4
Fra                               Si(+)   Si(+)  No                                                 Fatta                             4
Paul                             Si (+)   Si(+) Si(-)                                                 Fatta                               5
Massi                           Si(-)    Si(+)  Si(-)                                                  Fatta                              4
Arianna                        Si(+)    Si(-)  Si(-)                                                  Fatta                               4
Federico                       Si(+)   Si(-)   Si(-)                                                Fatta                                4



Random

Reickland random           Si(-)  Si(-)  Si(-)                                                Fatta                                 4
Skaven    random           Si(+)  Si(+) Si(+)                                                 Fatta                              5
Nani        random           Si(+)  Si(-)  Si(-)                                                Fatta                                4
Goblin     random           Si(-)           Si(-)                                                Fatta                                 3

martedì 22 settembre 2015

Warband Undead random







Una scura notte avvolge le grate di scolo della fatiscente città dei dannati. Poco più a sud, dove il fiume mormora e scroscia vicino alle rive dall'erba nera e bruciata, una testa emerge dal putrido specchio d'acqua sorretta da un corpo gonfio e malato, marcio in più punti.
Un altro corpo emerge ed un altro ancora.
Una silenziosa marcia di corpi morti rianimati per volere di un'empia magia.

"Venite mie preziose carcasse, accorrete al richiamo di chi vi ordina di servirlo. Siate la mia spada e la mia guardia oh voi che la morte più non temete"

La risata profonda del necromante accompagna i morti della laguna salata che si sono destati dal loro sonno ed i corpi corrotti che si cibano dei cadaveri nella loro danza macabra sino al loro signore vampiro.
"Ecco Maestro, son qui al vostro cospetto il capitano Finch ed i suoi gentiluomini di mare, pronti per servirla."
Il vampiro conosciuto come Ezekiel si alza dal suo scranno e con un lieve sorriso sussurra:
"Che si dia inizio alla battaglia"

Warband: Undead random.  I gentiluomini del capitano Finch
"E' dopo una battaglia che bisogna vendere la malapietra, ragazzo. Qui è usanza andare negli accampamenti dei mercanti e vendere quello che si è trovato per terra o sui corpi dei nemici. E dopo la vendita c'è sempre il tempo per un cicchetto, anche perchè quelle zitelle dei mercenari hanno sempre qualcosa da raccontare quando le birre sono troppe. Ed è in quei momenti che si possono sentire le notizie migliori, su dove andare a cercare, dove stare alla larga e dove si fanno gli affari migliori!"


The Bridgelands Art by whatyoumaydo in Deviant art

E' un pomeriggio scuro e un fronte nero minaccia pioggia. Nella locanda una luce rossa pulsa da un camino. Fuori i mercanti cercano di compravendere la mercanzia a spietati soldati e mercenari che l'indomani perlustreranno i quartieri della città maledetta.
''Udite udite'' urla lo strillone dell'accampamento sudicio dove siete accampati per la vendita della malapietra. '' i mercenari chiamati le manticore offrono la loro prigioniera, una fattucchiera elfa, ai lorsignori che offriranno più monete e beni materiali. È gradita un' ambasciata di chi vol trattare in privata sede. Non sono inclini ad ottemperare richieste di scambi con cibi o benedizioni.'' E con questo lo strillone continua per la via...
Un nano ad un tavolo dice:(Stefano)"Figo, avevo bisogno di qualcuno che facesse le pulizie nel mio accampamento... chissà se sa anche cucinare..."
Un altro nano dalla barba bianca lo guarda,(Eugenio) "Elfi" uno sputo per terra "passami un altra pinta di birra"
Mentre dall'altra parte della sala uno degli avventori sussurra ad un altro: '' o sentito che una di quelle bestie di topi su due zampe a offerto 20 corone...alcuni dicono che ci fanno esperimenti'' ''che Sigmar ci protegge, un altro di quegli orrori per le strade non ce lo voglio proprio''.
Una guerriera appoggiata al bancone:(Paul)"Le sorelle evitano e schifano chi non è con sigmar"
La discussione continua al tavolo ''Anno gia fatto offerte ma a me mi frega poco di quei li. Facevano meglio a stare nelle loro terre e non a venire qui tra la gente per bene''
(Eugenio)"Qualche orecchie a punta andrà a prenderla, non sono affari che interessano ai nani"
(Riccardo): Ma le radure dove si fa a botte dopo una tiratissima gara di scoregge non ci sono più? Agli Orchi Neri mancano...abbasso gli architetti...abbasso le garbate cittadine!
(Eugenio)"Hei capo hai sentito" "che succede?" "pare che dei mercenari abbiano offerto 30 co per l'elfo" "ti ho detto che non mi interessa il destino degli orecchie a punta"
(Teo) Uno degli elfi detti oscuri si avvicina ad uno della sua banda:Cavolo 30 mo iniziano ad essere tante per togliersi uno sfizio di veder urlare un elfi che ha fatto la scelta sbagliata ... Khaine se lo prenderà in un altro momento ....
(Trippi):"Hahahahhahahah " una risata giocosa e vuota di speranza riecheggia nell 'aria
(Maxi):Uno degli uomini del sud ribatte: "L elfa dovrebbe essere prima offerta alla sua gente...e solo dopo in un asta "
(Simone):Ed uno gli risponde ''Allora comprala e offrila tu agli orecchie a punta''
(Maxi) "Io dico solo come sarebbe giusto fare poi sei libero di agire come credi, non sono io il possibile bersaglio di frecce elfiche "

(Fiocco) Una figura nascosta si aggirava ai margini della piazza, cosí sfuggente da non essere notata, se non, forse, dagli attenti occhi elfici, registrando mentalmente ogni singola parola, ogni singolo gesto.."molto bene" disse fra se e se "parole interessanti. si scoprono molte cose, senza essere visti..sarà meglio mettersi all'opera.."

(Simone): Un uomo corpulento, dalla barba rosso fuoco si appoggia al bancone: ''roba da non credere, il capitano di quella cenciosa compagnia del sud di Altdorf sembra che sta per scambiare la strega dei boschi con un'arma rara... una spada. Spero almeno che quella spada lanci fulmini e saette dal culo come fa la strega!'' Una risata gutturale chiude la conversazione.
(Riccardo): "Non sarà ascia, ma spada preziosa per Orco Nero. Ragazzi, in marcia per fare spada nostra!" grugni un muso verde dalla radura.
(Lorenzo): Vuoi delle spade preziose magari rotze ...... Parliamone
(Riccardo): Io sono bigg boss. voglio strappare armi dalle mani in corpo a corpo. Se no che gusto c'è
(Simone): Uno dei bravi della banda dei mercenari entra con fare spavaldo nella locanda sudicia. ''Oste, un giro di sciacquabudella per i bravuomini presenti. Brindate al nostro futuro perché domani scambieremo la strega con 40 corone d'oro massiccio!''
( Eugenio): "Chi si è aggiudicato l'asta"
(Simone): L'asta non é ancora conclusa, ma secondo me se la aggiudicano dei tizi venuti da fuori, gente che non fa parte dell' impero.(Eugenio): "Mercenari!?" sputa per terra "una birra oste della malora"
(Trippi)‬: "tutto questo baccano per un elfo ?" esclama un uomo in un tavolo ad angolo della locanda" tutto questo chiasso e allarmismo per un essere insignificante hahaha "
"voi siete troppo legati all'oro ..quando di quel corpo si potrebbero fare cose molto piú interessanti cosi ,almeno,acquisterebbe un certo valore " un sorriso si scorge sotto il cappuccio "non credete ?"


Asta per il riscatto o la vendita di una cantamagie degli elfi silvani catturata dai mercenari dei Reickland.

venerdì 18 settembre 2015